Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Il sito UNESCO di Su Nuraxi di Barumini: un viaggio nella civiltà nuragica fra l'archeologia e la realtà virtuale

Data:

18/02/2020


Il sito UNESCO di Su Nuraxi di Barumini: un viaggio nella civiltà nuragica fra l'archeologia e la realtà virtuale

#Sardegna #Barumini. #UNESCO  

Conferenza a cura della Fondazione Barumini Sistema Cultura (in lingua italiana con traduzione simultanea)

Data e luogo dell'evento: martedì 18 febbraio 2020, ore 19, Istituto Italiano di Cultura di Amburgo

Ingresso libero. Si prega di prenotare via e-mail all’indirizzo events@iic-hamburg.de oppure direttamente dal sito dell’Istituto Italiano di Cultura di Amburgo.

“Il sito UNESCO di Su Nuraxi di Barumini: un viaggio nella civiltà nuragica fra l'archeologia e la realtà virtuale”

La scoperta dell’area archeologica Su Nuraxi risale agli anni Quaranta del secolo scorso, quando Giovanni Lilliu, inizia a scavare una piccola collina nei pressi dell’abitato di Barumini. Nel 1997 il sito entra nella Lista del Patrimonio Mondiale UNESCO, in quanto esempio più completo e meglio conservato delle strutture tipiche della Sardegna dette “nuraghi” ed espressione emblematica della civiltà nuragica (1500-500 a.C).

Nella conferenza si vuole ripercorre lo sviluppo della civiltà nuragica nell’isola, raccontare l’eccezionalità di Su Nuraxi e riflettere sulle modalità attraverso cui oggi si può promuovere la storia di un territorio e della sua cultura attraverso la realtà virtuale.

Interverranno Micaela Deiana, storica dell’arte, e Jorma Ferino, sviluppatore esperto in multimedia.

All’incontro seguirà un momento conviviale con prodotti enogastronomici tipici della Sardegna.

Organizzato in collaborazione con la Fondazione Barumini Sistema Cultura

Informazioni

Data: Mar 18 Feb 2020

Orario: Alle 19:00

Organizzato da : IIC Hamburg

In collaborazione con : Fondazione Barumini Sistema Cultura

Ingresso : Libero


Luogo:

IIC Amburgo

1411