Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

#piazzadante Mantova (tappa letteraria e reale)

Data:

12/08/2021


#piazzadante Mantova (tappa letteraria e reale)

Tosto che l’acqua a correr mette co,

non più Benaco, ma Mencio si chiama

fi no a Governol, dove cade in Po.

Non molto ha corso, ch’el trova una lama,

ne la qual si distende e la ’mpaluda;

e suol di state talor esser grama.

Quindi passando la vergine cruda

vide terra, nel mezzo del pantano,

sanza coltura e d’abitanti nuda.

………………………………

Li uomini poi che ’ntorno erano sparti

s’accolsero a quel loco, ch’era forte

per lo pantan ch’avea da tutte parti.

Fer la città sovra quell’ossa morte;

e per colei che ’l loco prima elesse,

Mantüa l’appellar sanz’altra sorte.

Già fuor le genti sue dentro più spesse,

prima che la mattia da Casalodi

da Pinamonte inganno ricevesse.

(Inf., XX 76-96)

Manto, figlia dell’indovino tebano Tiresia, è collocata da Dante tra gli indovini della quarta bolgia. Virgilio prende spunto dall’incontro con l’ombra di Manto per una digressione sull’origine mitologica della città di Mantova, sua città natale. Il racconto appare diverso da quanto narrato nell’Eneide: secondo la versione dantesca, la città fu fondata proprio sul sepolcro di Manto, che viveva nelle paludi del vicino fiume Mincio. Oggi è la famosa Piazza Virgiliana di Mantova ad ospitare un monumento dedicato a Virgilio, ma non rappresenta il solo personaggio dantesco ad essere ricordato in città: al poeta Sordello da Goito, anch’egli di origini mantovane, è dedicata l’importante piazza nel centro della città con il Palazzo Ducale. L’incontro con Sordello avviene nell’antipurgatorio, e offre al Poeta lo spunto per la celebre invettiva “Ahi, serva Italia” del VI canto del Purgatorio. La città ospita anche un monumento a Dante, nell’omonima piazza, realizzato nel 1871 da Pasquale Miglioretti (sulle tracce di Giulio Ferroni, L’Italia di Dante. Viaggio nel paese della Commedia, La nave di Teseo 2019).

Visita la galleria di immagini sui nostri canali social! >> Facebook >> Instagram

Scopri la tappa attraverso la mappa >>>

Visualizza a schermo intero

L’Istituto Italiano di Cultura di Amburgo si rimette (virtualmente) in viaggio, per disegnare, nel Settecentenario della morte, una mappa geografica dei luoghi danteschi, in un eccezionale cortocircuito tra piano reale e letterario: luoghi reali che hanno ispirato luoghi letterari e luoghi letterari che hanno dato vita a luoghi reali…

Info sul progetto qui >>>

 

Informazioni

Data: Gio 12 Ago 2021

Ingresso : Libero


Luogo:

online

1677