Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Piccole fughe: guida attraverso un'Italia nascosta - Toscana

Data:

26/10/2020


Piccole fughe: guida attraverso un'Italia nascosta - Toscana

#StaTunedonIT #StayfIT

Settima tappa: la Toscana!

La storia dell‘isola di Capraia ha origini antichissime: abitata già nel periodo preistorico - come testimoniato dai resti fossili rinvenuti sull‘isola -, nel corso dei secoli fu popolata da numerosi popoli, tra i quali gli Umbri, i Greci e i Cartaginesi, e fu adibita per lo più a zona di sbarco e portuale. Gli Etruschi ne sfruttarono il legname, presente in abbondanza sull‘isola. L‘etimologia del nome non è chiara: si pensa derivi dal termine greco „Aegylon“, ossia „isola delle capre“. Altra possibile derivazione è invece il termine etrusco "carpa", che significa "pietra", e quindi "isola delle pietre". Oggi è ancora una meta turistica „nascosta“, giacché fino al 1986 è stata utilizzata come Colonia Penale Agricola. A tale scopo, infatti, nel 1873, dopo la nascita del Regno d'Italia, il Comune di Capraia cedette con una convenzione al Ministero dell'Interno un terzo del territorio dell‘isola.

Vollbildanzeige

Visita la galleria di immagini sui nostri canali social! >> Facebook >> Instagram

L'Istituto Italiano di Cultura di Amburgo invita ad un viaggio attraverso le regioni d'Italia, accompagnando il visitatore in un viaggio virtuale attraverso osservatori insoliti dalla profonda bellezza e importanza storico-geografica, spesso non presenti nell'immaginario turistico e lasciati in ombre dalle mete più note.

 

Informazioni

Data: Da Lun 26 Ott 2020 a Gio 31 Dic 2020

Ingresso : Libero


Luogo:

online

1526